iLazio

Itinerari a Cori

Cori

itinerari Lazio Cori

Questo posto è ,

STORIA BREVE

Cori è un comune italiano di 10 352 abitanti[2] della provincia di Latina nel Lazio.

Le leggende narrano le origini divine di Cori, il cui antico nome era Còra (Còre in dialetto corese arcaico): secondo una di queste narrazioni Cora sarebbe stata fondata dal troiano Dardano, un’altra mitologia racconta che il paese sarebbe stato costruito da un re di Alba Longa, un’altra ancora ci dice che il fondatore fu Enea. Dopo che il paese fu distrutto, Corace, un reduce della guerra di Troia, sarebbe approdato sui resti dello stesso, lo avrebbe ricostruito, dandogli il suo nome[6]. Il nome potrebbe derivare in realtà dal latino arcaico Corax (Corvo), inteso come animale totemico.

Fonte: Wikipedia

cosa vedere a Cori

Templi di Ercole e Dioscuri

4.5/5

+ 60 recensioni su tripadvisor

Cori, nella provincia di Latina, possiede diverse testimonianze di templi romani. Tra questi il più importante è quello di Ercole, seguito da quelli dei Dioscuri.

Il tempio di Ercole venne eretto durante la dittatura di Silla, tra l’89 a.C. e l’80 a.C. sulla sommità del colle su cui era sorta la città di Cora, a 398 metri di altitudine, per volere di due magistrati locali, il cui nome è inciso sull’architrave della porta. Il tempio deve il suo stato di conservazione alla trasformazione in chiesa: all’interno della cella si insediò infatti la chiesa di San Pietro, distrutta dai bombardamenti alleati nel 1944.

Il tempio domina la città dall’alto, tant’è che è visibile anche da lontano.

Il tempio dei Dioscuri era invece situato nei pressi del foro. Costruito tra il IV secolo a.C. e il II secolo a.C. l’edificio venne restaurato, come testimoniato da un’iscrizione sull’architrave, verso il I secolo a.C. da due magistrati, che utilizzarono parte del tesoro del tempio ricostruendo l’edificio in stile corinzio. Il tempio, oltre a luogo di culto, aveva dunque anche la funzione di tesoriera della città, così come il Partenone e il Capitolium di Ostia.

All’interno della Chiesa di Sant’Oliva, sul lato destro, sono visibili parte delle colonne di quello che era un tempio romano, la cui attribuzione è ancora ignota, anche se tradizionalmente è identificato come tempio di Giano.[1][2]

Inoltre le fonti storiche hanno tramandato l’esistenza di templi dedicati a diverse divinità, tra cui MinervaApolloEsculapio e Cerere. Alcuni resti delle colonne che li componevano sono visibili nei pressi del tempio dei Dioscuri, nell’area del foro, in via delle Colonne.

Fonte: Wikipedia

Chiesa di Santa Oliva

4.5/5

+ 10 recensioni su tripadvisor

La chiesa, in forma basilicale con cinque navate (oggi ne rimangono quattro) di stile romanico, fu edificata nella prima metà del XII secolo sui resti di un tempio romano ancora di incerta attribuzione, anche se tradizionalmente dedicato a Giano.[16][17] Tra il 1467 ed il 1480 fu demolita la navata occidentale e venne costruita la cappella del crocefisso o di sant’Agostino. La cappella ha forma rettangolare con volta a botte ed abside. Nella volta un bellissimo ciclo pittorico affrescante la volta che narra storie del Antico e Nuovo Testamento (1533). Nella contro-facciata un affresco del giudizio universale (1540?) in parte coperto dalla cantoria (XVII secolo). Nell’abside affresco degli apostoli ed incoronazione della Vergine tra angeli e santi (1507). Contestualmente alla cappella del crocefisso è stato edificato alle spalle della chiesa il convento agostiniano (14671481), con affreschi nella sala capitolare e chiostro con loggiato. Oggi l’ex convento è sede del Museo della città e del territorio.

Fonte: Wikipedia

dove mangiare a Cori

La top 3 di Itinerarilazio.it

De Novo e D'Antico

4.5/5

+ 200 recensioni su tripadvisor

visita il sito web

Via Santa Margherita 1, 04010 Cori Italia

Tel. +39 06 967 8949

Jo botto

4.5/5

+ 200 recensioni su tripadvisor

Via del Colle, 4, 04010 Cori Italia

Tel. +39 06 967 9127

Cincinnato Wine Resort

4.5/5

+ 400 recensioni su tripadvisor

visita il sito web

Via Stoza 3, 04010 Cori Italia

Tel. +39 333 589 5118

Vuoi passare una giornata come turista in uno dei più bei comuni del Lazio? Prendi spunto da Itinerarilazio.it per le tue gite fuori porta e visita i più bei comuni del Lazio scoprendo nuovi itinerari, chiese, templi, grotte e parchi. Scoprirai un mondo meraviglioso a due passi da casa tua, con attrazioni per tutta la famiglia, romantiche o avventurose. 

 
Potrai leggere la storia dei comuni, le origini di ogni paese e una breve guida dei migliori itinerari scelti da noi per te. Avrai anche una selezione dei migliori ristoranti sul posto, per una giornata perfetta anche nel gusto!
 
Scopri le bellezze del Lazio e lasciati stupire da un modo di itinerari nascosti, bellezze naturali, ritrovamenti storici ed archeologici, chiese meravigliose, grotte, isole e Laghi. Insomma, il Lazio è un vero e proprio gioiello turistico che spesso chi abita a Roma dà per scontato. 
 
Il nostro scopo è quello di spingere gli abitanti della capitale a visitare le meraviglie di questi luoghi spesso poco conosciuti o addirittura dimenticati, come le città fantasma o i geyser naturali, i parchi protetti o le isole da un mare cristallino a poche ore da Roma. 
 
Sembra impossibile, ma queste meraviglie esistono, sono a due passi da noi e non hanno nulla da invidiare alle mete turistiche più gettonate del mondo.

Dai un’occhiata agli altri luoghi:

itinerari Lazio Cori
Cori
Ristoranti
itinerari Lazio Morlupo
Morlupo